MENU

EN HOMEPAGE Azienda
Chi Siamo Valori aziendali organizzazione commerciale Politica integrata Certificazioni Prove sui prodotti Contattaci Lavora con noi
DIVISIONE BUILDING
Lamiere grecate Coperture e Rivestimenti Solai strutturali e grandi luci Solai Collaboranti Aggraffatura Coperture piane Sandfuture Materiali e colorazioni Applicazioni Lavorazioni di curvatura Accessori Lastre trasparenti Fissaggio di lamiere grecate Accessori per coperture COVER: Tappo contenimento cls
DIVISIONE COILS
Materiali e colorazioni Accessori
DIVISIONE ARCHITECTURE
Sandfuture Materiali e colorazioni
Download
Cataloghi Brochure Manuali
Blog Contatti Approfondimenti Multimedia
Feed RSS

Coperture continue: caratteristiche e soluzioni

scritto il 22 Novembre 2021 in Prodotti

La buona tenuta idrica è una delle funzioni principali di una copertura continua. Per garantirla, le coperture continue metalliche fanno affidamento all’estensione delle componenti, alle tecniche di giunzione e, soprattutto, alla qualità dei prodotti.

coperture

Copertura piana continua realizzata con il sistema SANDfuture, colorazione bianco-grigio

Tra le caratteristiche che definiscono una copertura, una delle classificazioni più immediate e più rilevanti è quella che distingue tra coperture continue e coperture discontinue.

Fondamentalmente, i due termini indicano la maniera in cui gli elementi del manto sono predisposti per fornire protezione dalle precipitazioni meteoriche. 

Se nelle coperture continue – spesso anche piane – ciascun elemento di copertura riesce a coprire la distanza tra colmo e gronda o tra i due lati della falda, le coperture discontinue sono tradizionalmente inclinate e possono perciò garantire impermeabilità anche impiegando elementi di dimensioni ridotte, a patto che l’inclinazione sia superiore a un minimo. 

coperture continue

Copertura discontinua a falda, realizzata in coppi

Caratteristiche delle coperture continue

caratteristiche coperture continue

Copertura curva continua realizzata con lastra grecata SAND 20, colorazione bianco-grigio

Le coperture continue si basano su elementi di grandi dimensioni che, grazie alla loro estensione e al fatto che vengono congiunti insieme durante la posa, riescono a garantire la tenuta all’acqua anche in condizioni di inclinazione del manto minima o quasi nulla.

In particolare, una copertura continua è considerata di tipo "piano" quando la pendenza risulta inferiore al 5%. Di norma, quando a progetto è previsto un tetto piano si ricorre al sistema continuo, dato che è uno dei più efficaci a garantire impermeabilizzazione in tale contesto. In questo modo, coperture continue e coperture piane finiscono spesso per coincidere.

Si configura in questo senso una copertura realizzata con il sistema SANDfuture, studiato e concepito appositamente per essere impiegato su pendenze fino al 1,5% oppure su tetti curvi attraverso calandratura o autocentina. Le lastre SANDfuture, infatti, si avvalgono della possibilità di essere profilate direttamente in cantiere mediante una speciale unità mobile chiamata SANDfuture Unit: in questo modo è possibile non solo trasferire interamente la produzione, ma anche profilare lamiere dalla lunghezza potenzialmente infinita, con conseguente risparmio sia in termini di tempo di posa che di disagi legati alle infiltrazioni. Per ciò che concerne queste ultime, poi, i profili forniscono un’ulteriore garanzia: un particolare giunto drenante capace di smaltire l’acqua in eccesso e di convogliarla verso il canale con un elemento di contenimento di emergenza principale posto al termine del profilo.

L’impiego del sistema SANDfuture nel contesto di una copertura continua annulla ogni necessità di manutenzione, mentre dal punto di vista della sicurezza elimina completamente quella vulnerabilità che può essere riscontrata nell’esecuzione di coperture continue se si pecca di precisione nella fase di progettazione oppure se non si fa affidamento su materiali di qualità.

Determinante, infine, la tecnologia isolante: nel caso della copertura continua in metallo, specie se piana, le opzioni migliori sono EPS, poliuretano, lana di vetro o lana di roccia.

Valore estetico delle coperture continue

Se la funzionalità può essere portata ad ottimi livelli, è ad ogni modo indubbio che, quando si parla di copertura continua, le prime proprietà a venire in mente siano l’ottima resa estetica e l’eccezionale libertà stilistica, in particolar modo per quanto riguarda quella metallica: l’ampia gamma di colori disponibili e la possibilità di impiego su superfici curve permettono infatti di dare vita a realizzazioni in grado di stupire per modernità e originalità. 

Metallica è meglio

coperture continue sandrini

Copertura curva continua realizzata con sistema SANDfuture, colorazione Rosso Siena

Le lastre metalliche si distinguono per semplicità di posa, elasticità e resistenza. Inoltre, come già anticipato, possono essere personalizzate in una moltitudine di materiali, colori e finiture, consentendo così di spaziare tra un ampio ventaglio di possibilità stilistiche.

Tra le colorazioni a disposizione di Sandrini Metalli è possibile scegliere: 

  • La semplicità di Bianco-Grigio, Rosso Siena e Testa di Moro, le tre varianti che compongono la gamma Standard, richieste soprattutto in ambito industriale;
  • La versatilità di uno dei principali colori della scala RAL appartenenti alla gamma Premium;
  • La ricercatezza di una delle opzioni della gamma Luxury, ovvero Red Copper, Green Copper, Brown Copper, Grey Titanium e Alucorten;
  • La singolarità di Stone Grafite, Stone Grey, Stone Brown e Stone Red, dalle finiture che riproducono la ruvidezza della pietra, appartenenti alla gamma Stone.

Non vi sono quindi limiti dal punto di vista estetico e nemmeno dal punto di vista dell’efficienza della copertura metallica continua: la leggerezza delle lastre, la durevolezza e, non da ultimo, la sostenibilità proprie di questo genere di manto la rendono una soluzione sicura e impiegabile in un’ampia quantità di contesti.