MENU

EN HOMEPAGE Azienda
Chi Siamo Valori aziendali organizzazione commerciale Politica integrata Certificazioni Prove sui prodotti Contattaci Lavora con noi
DIVISIONE BUILDING
Lamiere grecate Coperture e Rivestimenti Solai strutturali e grandi luci Solai Collaboranti Aggraffatura Coperture piane Sandfuture Materiali e colorazioni Applicazioni Lavorazioni di curvatura Accessori Lastre trasparenti Fissaggio di lamiere grecate Accessori per coperture COVER: Tappo contenimento cls
DIVISIONE COILS
Materiali e colorazioni Accessori
DIVISIONE ARCHITECTURE
Sandfuture Materiali e colorazioni
Download
Cataloghi Brochure Manuali
Blog Contatti Approfondimenti Multimedia
Feed RSS

Rifare il tetto conviene grazie al PNRR

scritto il 27 Settembre 2022 in News

Il PNRR approvato dall’UE finanzia il rifacimento dei tetti finalizzato all’installazione di pannelli solari per aziende agricole, zootecniche e agroindustriali

Nell’ottica di promuovere il rilancio economico in seguito al colpo inferto dalla pandemia, l’Unione Europea ha approvato un piano di finanziamenti che aiuterà i paesi membri a ripartire e a crescere attraverso politiche di sviluppo sostenibili.

Le “missioni” in cui si struttura l’intervento, chiamato PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), sono sei in tutto e rappresentano i temi sui quali è incentrato l’investimento:

  1. Digitalizzazione, innovazione, competitività, cultura e turismo;
  2. Rivoluzione verde e transizione ecologica;
  3. Infrastrutture per una mobilità sostenibile;
  4. Istruzione e Ricerca;
  5. Inclusione e Coesione;
  6. Salute.

Missione 2: cosa riguarda e quali sono gli incentivi

L'Europa ha stabilito che per raggiungere gli obiettivi climatici occorre ridurre del 55% i gas serra entro 2030 e rendere le economie dei Paesi europei ecosostenibili entro il 2050.

Con la missione 2 "Rivoluzione Verde e Transizione Ecologica" del PNRR, l’Italia intende guidare la transizione verde destinando 70 miliardi euro alla produzione di energia attraverso fonti rinnovabili, in modo particolare da fotovoltaico ed eolico.

Di questi 70 miliardi, 1,5 miliardi di euro rappresenteranno un sostegno agli investimenti nelle strutture produttive del settore agricolo, zootecnico e agroindustriale, al fine di sostituire i tetti esistenti con nuove coperture o sovracoperture che supportino l’installazione di pannelli solari, iniziativa che prende il nome di “Parco Agrisolare”.

Specifica della misura

Il bando “Parco Agrisolare” finanzia i progetti che prevedono l’acquisto e l’installazione di impianti fotovoltaici, ed eventualmente uno o più dei seguenti interventi di riqualificazione energetica:

  • Rimozione e smaltimento dell’amianto dai tetti;
  • Isolamento termico della copertura;
  • Realizzazione di tetti ventilati.

La spesa massima ammissibile per singolo progetto è pari a 750.000,00 euro fino ad un massimo di 1.000.000,00 di euro per singolo soggetto beneficiario.

Soggetti beneficiari

Possono essere considerati soggetti beneficiari le seguenti categorie:

  • Imprenditori agricoli;
  • Imprenditori dell’agroalimentare;
  • Cooperative agricole che svolgono attività di coltivazione del fondo, selvicoltura, allevamento di animali e attività connesse.

I prodotti Sandrini Metalli per la sostituzione del tetto

I prodotti Sandrini Metalli si applicano validamente alle categorie di interventi interessate dalla misura: i sistemi di copertura metallici, infatti, forniscono una superficie che facilita l’installazione del fotovoltaico.

Alle caratteristiche proprie del metallo – leggerezza, resistenza e durevolezza – si può unire l’ampia possibilità di personalizzazione consentita dai numerosi materiali, colori e finiture disponibili. Inoltre, in edilizia quelli metallici sono da collocare indubbiamente tra i materiali più ecologici, poiché interamente riciclabili.

Si rivelano così ideali per il rifacimento del tetto – anche ventilato – diversi profili di lamiera grecata e SANDfuture, l’innovativo sistema di copertura continua a giunto drenante adatto anche alle basse pendenze.

Il team Sandrini Metalli è inoltre in grado di fornire consulenza tecnica specializzata, scegliendo fianco a fianco con il cliente le soluzioni che meglio si adattano ad ogni progetto.

Come accedere ai fondi

Le proposte dovranno essere inoltrate esclusivamente tramite la piattaforma informatica predisposta dal soggetto attuatore GSE all’indirizzo www.gse.it, a partire dalle ore 12:00 del 27 settembre 2022 fino alle ore 12:00 del 27 ottobre 2022. 

Le agevolazioni verranno concesse fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Contattaci