MENU

HOMEPAGE Azienda
Chi Siamo Valori aziendali organizzazione commerciale Politica integrata Certificazioni Prove sui prodotti Contattaci Lavora con noi
DIVISIONE BUILDING
Lamiere grecate Coperture e Rivestimenti Solai strutturali e grandi luci Solai Collaboranti Aggraffatura Coperture piane Sandfuture Materiali e colorazioni Applicazioni Lavorazioni di curvatura Accessori Lastre trasparenti Fissaggio di lamiere grecate Accessori per coperture COVER: Tappo contenimento cls
DIVISIONE COILS
Materiali e colorazioni Accessori
DIVISIONE ARCHITECTURE
Sandfuture Materiali e colorazioni
Download
Cataloghi Brochure Manuali
Blog Contatti Approfondimenti Multimedia
Feed RSS

Solai a secco: cosa sono, vantaggi e materiali utilizzati

scritto il 07 Luglio 2021 in Lavorazioni immgine pricipale - Solai a secco: cosa sono, vantaggi e materiali utilizzati

Tra gli oltre trenta modelli di lamiera grecata proposti da Sandrini Metalli, numerosi si prestano per essere impiegati nella costruzione di solai a secco, una tecnica edilizia dalle potenzialità sorprendenti.

Come si può intuire dal termine stesso, quando si parla di edilizia a secco ci si riferisce ad un sistema costruttivo che non comprende l’utilizzo di acqua, malta, calcestruzzo o, in generale, leganti che richiedano un tempo di asciugatura. La realizzazione di solai a secco si basa infatti su un sistema che impiega elementi realizzati in serie, assemblabili per giunzione meccanica, ad incastro o per mezzo di viti.

In particolare, i solai a secco sono strutture adibite al sostegno dei piani intermedi o di copertura di un edificio realizzate attraverso l’impiego di lamiere grecate che poggiano su una sottostruttura – solitamente in legno o acciaio, ma anche su travi in calcestruzzo –  e di isolanti in lana di vetro, lana di roccia o poliuretano. Il solaio a secco è una tecnica edilizia largamente diffusa in virtù delle alte prestazioni che offre dal punto di vista pratico ed energetico, che la rendono adatta sia per le nuove costruzioni che per le ristrutturazioni.

solai-a-secco

Tutti i vantaggi del solaio a secco

I solai a secco, grazie alle loro caratteristiche strutturali, presentano numerosi vantaggi, se confrontati con i cosiddetti sistemi “a umido”:
  • Tempi di costruzione ridotti: l'utilizzo di sistemi unicamente a secco (giunzioni, incastro o viti) permette di risparmiare tempo in fase di costruzione perché non è più necessario attendere l'asciugatura delle componenti.
  • Risparmio economico: notevole risparmio economico sulle componenti e grazie alla praticità in fase di costruzione. 
  • Praticità: le lavorazioni richieste dall'impiego di strutture prefabbricate si limitano infatti ai montaggi e agli assemblaggi dei componenti costruttivi. 
  • Ridotti impatti ambientali: sia durante le fasi di costruzione sia grazie all'alta percentuale di riciclabilità delle singole componenti.
  • Ingombro modesto ed una leggerezza degna di nota, senza intaccare la stabilità e la resistenza del complesso.
I solai a secco inoltre sono personalizzabili poiché composti da pacchetti modulabili, anche per quanto riguarda le soluzioni acustiche e termiche.

I materiali 

Tra i materiali più apprezzati per la costruzione di solai a secco c’è sicuramente l’acciaio.  Le sue caratteristiche di resistenza, leggerezza e duttilità lo rendono infatti la scelta ideale soprattutto in presenza di zone sismiche, mentre la sua versatilità applicativa, unita ai vantaggi propri dei sistemi edilizi a secco sopra elencati, fa sì che si dimostri la soluzione vincente in una moltitudine di contesti: dalle opere industriali a quelle – seppur meno diffuse – civili, dalle nuove realizzazioni agli ampliamenti e recuperi di edifici già esistenti.

Le opzioni Sandrini Metalli

Fondamentale per costruire a secco è, oltre ad una meticolosa progettazione preliminare, l’impiego di materiale prefinito di qualità. A questo proposito, Sandrini Metalli si è dimostrata negli anni capace di distinguersi diventando, grazie alla vastità e alla validità delle sue soluzioni, una garanzia in ambito edilizio. L’azienda, che opera da oltre 70 anni nel settore delle coperture, vanta infatti una divisione – denominata divisione Building - dedicata alla produzione di lamiere grecate per ogni tipo di esigenza tecnica. Tra gli oltre trenta modelli presenti a catalogo, sono quindi numerose le alternative adatte per la costruzione di solai a secco. Ecco alcune delle più richieste:
  • SAND 40/100: un profilo a cui la particolare geometria simmetrica dona ottima pedonabilità e buone prestazioni in termini di portata.

sand-40-100-ritagliata

 

  • SAND A55 P600: forte e versatile, è particolarmente indicata per portate elevate.

SAND A55 P600

 

  • SAND A55 P750: I suoi punti di forza sono la resistenza e la versatilità, come la precedente. Utilizzata nella versione “positive” per solai a secco.

 

SAND A55P_750 SOL

 

  • SAND A55 P800: rappresenta una delle soluzioni più efficienti della gamma. La sua geometria e la sua sezione uniche sul mercato permettono di ottenere portate elevate senza incidere sulla larghezza utile di copertura, massimizzando la convenienza per l’utilizzatore.

 

Sand A55 P800 R

 

  • SAND 59: una lastra la cui esclusiva sezione permette di avere un sormonto minimo mantenendo prestazioni in termini di portata degne di nota, rendendola una valida alternativa ai profili più tradizionali.

 

Sand 59 new 5

 

  • SAND A75 P760: una delle lastre grecate strutturali più performanti, ideale per l’impiego in costruzioni a secco.

 

Sand A75 P760 R

 

  • SAND 100: altra punta di diamante dell’azienda, si distingue principalmente per la notevole portata ed è adatta per la realizzazione di pacchetti tetto su edifici di grosse dimensioni.

 

sand 100 ritagliata

 

  • SAND 105: dagli innumerevoli vantaggi tecnici, si caratterizza per elevata resistenza, ottimo comportamento antisismico, versatilità e leggerezza.

 

sand 105 ritagliata

 

  • SAND 145: la lastra grecata ideale per la realizzazione di strutture con coperture di medie e grandi luci. Unisce all’ottimo comportamento antisismico una distinta leggerezza e una rapidità di posa che portano ad un risparmio sia sui trasporti che sulla manodopera.

 

sand 145 ritagliata

 

Alle lastre citate, nonché alle altre consultabili sul sito nella sezione dedicata, è inoltre possibile applicare il panno anticondensa SANDnodrip, oppure il panno anticondensa e antirumore SANDcontrol, incrementandone così ulteriormente le prestazioni. 

 

Hai bisogno di consulenza tecnica o di un preventivo personalizzato? Contattaci, il nostro staff è a tua disposizione. 

Contattaci

lascia un commento